Blog: http://wobegon.ilcannocchiale.it

Altre perle (ed altre scarpe vecchie) nella rete


Whassap! Per questo articolo di The Onion, che vellica tutti quelli come me che sotto sotto sono infastiditi dal protagonismo umanitario delle rockstar:

 

Rest Of U2 Perfectly Fine With Africans Starving

SAN FRANCISCO—Rock band U2, currently on tour in North America, is well-known for its human-rights advocacy, particularly its ongoing campaign to eradicate poverty in Africa. Less known to fans of the Irish supergroup, however, is that the lion's share of these efforts are made by lead singer Bono. The three other U2 members are perfectly okay with the dismal plight of Africa's poor..

Il resto qui

I dont tink zo! Per il nuovo commento di Camillo (9 dicembre) che se la prende con qualcun'altro che ha notato come la storia di Brzezinski fosse una notevole sciocchezza. Ora Camillo e’ un bravo giornalista (lo dico stavolta senza ironia), ed ha un blog interessante anche perche’ prende in castagna certi pigri e disinformati colleghi di Repubblica o del Corriere. Per una volta che e' stato impreciso lui, poteva abbozzare e lasciarla passare in cavalleria; niente di grave. E invece no: ti cita un oscuro articolo di Zibi’ del 1981 per dimostrare che, nonostante il suo "indefesso anticomunismo", era comunque uno sconfittista con l’Urss. A parte che c’e’ tutta una vita a dimostrare il contrario. A parte che, per criticare Zibi’, Camillo riprende parola per parola questo post del Weekly Standard, senza citarlo ed anzi esibendo un confidenziale “leggetevi l'OP-ED sul NY Times del 6 Dicembre 81”. Resta che l’articolo esibito come prova principe non cita mai “la politica idealista e muscolare” di Reagan, ne’ quindi la critica. E non e’ neppure un pezzo che dimostra la scarsa abilita’ predittiva di Zibi’. Anzi, Brzezinski prevede una caduta dell’economia “sharp”, come poi fu per l’ultimo quarto dell’81 e tutto l’82 (la famosa recessione di Reagan, o di Volcker, -2.2% di gdp). Dice che ci potrebbero essere problemi in medioriente con Israele ed Egitto, che non ci furono poi, ma c'e' stata l'invasione israeliana del Libano nell’82, che fu causa poi di un bel po’ di guai per Reagan comunque. E’ per l’appeasement con la Cina, sostenendo che le riforme di Deng andassero sostenute in funzione antisovietica, che e’ ovvio oggi, ma forse lo era meno nell’81 (le riforme sono solo del 78-79). Insomma, per dirla tutta, a usare quest’arma cosi’ spuntata, Camillo da' un po’ l'impressione del militante anni 50 di Guareschi, che per sapere sta piovendo o c’e’ il sole lo deve leggere sul Weekly Standard. Ripeto: davvero niente di grave. Ognuno ha i propri opinion leader di riferimento. Solo, cosi' per completezza, suggeriamo che Camillo si legga questo articolo di quel mattacchione di Lyndon Larouche sulla cabala Wolfowitz-Brzezinski [la summa di tutte le cospiracy theories possibili ed immaginabili] e non se ne parli piu’..


Pubblicato il 9/12/2005 alle 7.12 nella rubrica Perle nella rete.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web