Blog: http://wobegon.ilcannocchiale.it

The company you keep

Deve esser vero che la rivoluzione procura strani compagni di letto: sul NY Times di ieri c'e' una pagina di pubblicita' contro l'amministrazione Bush. Niente di troppo nuovo sotto il sole, se non per il fatto che il linguaggio e' assai piu' critico e violento del normale:

"YOUR GOVERNMENT ..is waging a murderous and utterly illegitimate war in Iraq..Is openly torturing people, and justifying it..Is moving each day closer to a theocracy..Enforces a culture of greed, bigotry, intolerance and ignorance..People look at all this and think of Hitler - and they are right to do so. The Bush regime is setting out to radically remake society very quickly, in a fascist way, and for generations to come..." (il resto, se non ne se ne puo' fare a meno, qui)

In fondo c'e' la promessa di una sorta di sollevazione popolare per il prossimo 5 ottobre e le firme delle celebrita': i divi (Belafonte, Sarandon, Penn, Lange, Fonda), qualche deputato dell'estrema sinistra, la solita compagnia di giro (Ferlinghetti, Zinn, Pinter, Mumia Abu-Jamal, manca solo Chomsky), i reverendi Jackson e Sharpton, un ottimo scrittore ed uno straordinario.
E poi, come fosse uno scherzo (o forse lo e', non ho capito), la "Brig. Gen. (ret) Janis Karpinski". La comandante di Abu Ghraib nel periodo delle torture, se il nome non dicesse niente. E' vero che, dopo essere stata degradata, e' l'autrice di una polemica autobiografia anti Rumsfeld (io l'ho scoperto adesso), ma e' come se Fioravanti e Mambro andassero ad una manifestazione dei disobbedienti. Bizzarro.

Pubblicato il 4/8/2006 alle 15.39 nella rubrica Washington DC.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web