.
Annunci online

wobegon
right or wrong, my laundry


Teatro da Tradurre


2 luglio 2006

Teatro da Tradurre (suggerimenti per una casa editrice che non c'e' ) - The Duck Variations, di David Mamet





Variazione XIV : “Per secoli, prima di adesso”

Sulla panchina di un parco, in una grande citta’ su un lago. Un pomeriggio verso Pasqua. Due pensionati sulla settantina: Emil Varec e George S. Aronson

 

EMIL       Sai, per secoli prima di adesso, l’Uomo ha osservato gli uccelli

GEORGE  Io continuo a guardarli

EMIL       Per carpire il segreto del volo

GEORGE  Stiamo meglio senza

EMIL       Gia’

GEORGE  Loro se lo portano nella tomba, il segreto

EMIL       Gli Antichi Greci passavano intere giornate osservando gli uccelli

GEORGE  Si’?

EMIL       Eh si’. Si prendevano una sedia e si mettevano ad osservare. Tutto il giorno solo a  guardarli e meravigliarsi

GEORGE   E anche io mi meraviglio. Una civilta’ al tramonto, e loro tutti al parco a guardare gli uccelli.

EMIL     Questi erano gli Antichi Greci. I Vecchi Greci. Anziani. Incapaci di lavorare. Di nessuna  utilita’ alla societa’. Abituati solo ad osservare gli uccelli tutto il giorno. Dall’alba al  tramonto.

           Prime luci: alzati e vai a guardare gli uccelli.

           Tramonto: basta osservare, vai a casa

           Rondoni. Falconi.

           I progenitori degli uccelli di oggi.

           E i precursori dei nostri moderni stati.

           Greci. Volatili.

           Abituati a stare li’ tutto il giorno. Seduti sulla panchina a dargli da mangiare. Dargli  bocconcini di..

GEORGE   ..Riso?

EMIL     Riso, si’. La storia non e’ completamente chiara su questo punto. Ma possiamo immaginare che sia stato riso. Per immaginarci la scena. Prosperi, agili uccelli da preda.

GEORGE   E dei vecchi ciccioni

EMIL      Guardandosi l’un l’altro.

            Ognuno con qualcosa da contribuire. Perche’ il mondo possa cominciare un altro giorno.

            Un fine adatto. Alle piu’ nobili creature del cielo.

            Ed a un sacco di Greci.


(altro teatro da tradurre: Democracy di Michael Frayn, Proof di David Auburn, Travesties di Tom Stoppard)




permalink | inviato da il 2/7/2006 alle 21:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


31 ottobre 2005

Teatro da tradurre (suggerimenti per una casa editrice che non c'e') - Travesties, di Tom Stoppard


Personaggi: James Joyce, Tristan Tzara, Vladimir Ulyanov “Lenin”, il console inglese Henry Carr, il suo maggiordomo, Bennett.

Ambientazione: Zurigo 1917

Segni particolari: erano davvero a Zurigo. Tzara per fare una rivoluzione artistica, Lenin una rivoluzione politica, Joyce come regista de “L’importanza di essere Ernesto”, il console come suo attore principale. Poi Lenin e Tzara sono partiti, Joyce ha scritto l’Ulisse ed il console ha citato in giudizio Joyce per farsi ripagare i pantaloni di scena.

...

MAGGIORDOMO    Ho portato i giornali, Sir

CONSOLE             Qualcosa di interessante?

MAGGIORDOMO    C’e’ stata una rivoluzione in Russia, Sir  

CONSOLE             Si’? Che tipo di rivoluzione?

MAGGIORDOMO    Una rivoluzione sociale, Sir

CONSOLE             Una rivoluzione sociale? Le donne vanno a teatro da sole? Si sono messe a fumare..Qualcosa di simile?

MAGGIORDOMO    Non esattamente, Sir.  E’ piu’ nella natura di una rivoluzione di classi contrapposte dal lacerante squilibrio della societa’ russa

CONSOLE             Cosa intendi per “classi”?

MAGGIORDOMO    Signori e Servi. Come e’. Sir  

CONSOLE             Ah, Signori e Servi. Classi

MAGGIORDOMO   (completamente privo della benche’ minima espressione, come sempre)  Ci sono state scene di violenza

CONSOLE             Vedo. Beh, non ne sono sorpreso neppure un po’, Bennett. Non voglio parlare col senno del poi, ma chiunque avesse una minima conoscenza della societa’ russa, avrebbe facilmente potuto vedere che non era lontano il giorno nel quale le classi sfruttate, deluse dalla trascuratezza dei propri interessi, allarmate dal valore calante del rublo, e, soprattutto, oppresse oltre ogni sopportazione dall’insolente rapacita’ dei propri servitori, si sarebbero ribellate contro questi maggiordomi, cuochi, valletti... A proposito, Bennett, vedo dal libro mastro che giovedi’ sera, quando mister Tzara e’ venuto qui a cena, hai scritto che sono state consumate otto bottiglie di champagne. Altre volte ti ho parlato della virtu’ della moderazione, Bennett. Questa volta ti dico una cosa sola: faremo come in Russia..




permalink | inviato da il 31/10/2005 alle 6:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


30 settembre 2005

Teatro da Tradurre (suggerimenti per una casa editrice che non c'e' ) - Proof, di David Auburn

Personaggi: Il grande matematico, le sue figlie, il suo studente di dottorato.

Ambientazione: Chicago 2002

Segni particolari: Premio Pulitzer. E’ appena uscito il film.



...

CATHERINE       Ho perso qualche giorno

ROBERT            Quanti?

CATHERINE       Non lo so

ROBERT            Scommetto di si’. Scommetto che li conti

CATHERINE       Smettila!

ROBERT            Lo sai o non lo sai

CATHERINE       Non lo so

ROBERT            Certo che si’. Quanti giorni hai perso

CATHERINE       Un mese, circa

ROBERT            Esattamente?

CATHERINE       33 giorni

ROBERT            Esattamente?

CATHERINE       Non lo so

ROBERT            Sii precisa, per l’amor di Dio!

CATHERINE       Oggi ho dormito fino a mezzogiorno

ROBERT            Allora diciamo 33 giorni e un quarto

CATHERINE       Si'

ROBERT            Scherzi?

CATHERINE       No

ROBERT            Numero incredibile!

CATHERINE       E’ un numero fottutamente deprimente!

ROBERT            Catherine, se ogni giorno che tu dici di aver perso fosse un anno, sarebbe  un numero incredibilmente interessante

CATHERINE       33 e un quarto non e’ interessante

ROBERT            Stop! Lo sai cosa intendo

CATHERINE       (concede) 1729 settimane

ROBERT            1729..Il piu’ piccolo naturale che si possa esprimere..

CATHERINE       ..Come la somma di due cubi in due modi diversi

ROBERT            12 al cubo piu’ 1 al cubo fa 1729

CATHERINE       E 10 al cubo piu’ 9 al cubo.. Si, lo so, grazie

ROBERT            Lo vedi! Anche la tua depressione e’ matematica..

...

CATHERINE       Non ha senso

ROBERT            Certo che si’

CATHERINE       No

ROBERT            Dov’e’ il problema?

CATHERINE       Il problema e’ che tu sei pazzo!

ROBERT            Che differenza fa?

CATHERINE       Lo hai ammesso. Mi hai appena detto che lo sei

ROBERT            E allora?

CATHERINE       Tu dicevi che un pazzo non ammetterebbe mai di essere pazzo

ROBERT            Si ma..Ah!

CATHERINE       Quindi..

ROBERT            E’ un punto

CATHERINE       Quindi come puoi ammetterlo?

ROBERT            Beh, perche’ io sono anche morto (colpo) no?

CATHERINE       Sei morto da una settimana

ROBERT            Attacco di cuore. Rapido. Il funerale e’ domani

CATHERINE       Tu siedi qui. Mi dai consigli. Mi hai portato lo champagne..

ROBERT            Si’

CATHERINE       Che significa..

ROBERT            Per te?

CATHERINE       Si’

ROBERT            Per te, Caty, figlia mia che amo cosi’ tanto…Potrebbe essere un cattivo segno…

 




permalink | inviato da il 30/9/2005 alle 3:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


20 settembre 2005

Teatro da Tradurre (suggerimenti per una casa editrice che non c'e' ) - Democracy, di Michael Frayn.

Personaggi principali: Gunter Guillame, Willy Brandt, Helmut Schmidt, Hans-Dietrich Genscher, Misha Wolf.

VOCE   Signore e Signori, dichiaro il risultato ufficiale del voto: A Favore: 251. Contro: 235.

Applausi, emozione. Luci su BRANDT

         E dichiaro quindi... Dichiaro quindi, secondo l’articolo 63, paragrafo 2 della Legge Fondamentale, che il suddetto deputato ha ricevuto i voti della maggioranza dei membri del Bundestag. Signor Brandt, accetta l’elezione a Cancelliere della Repubblica Federale di Germania?

GUILLAME  (con BRANDT e KRETSCHMANN) E per un momento il tempo e’ sembrato trattenere il respiro. Il mondo sul punto di cambiare proprio davanti ai nostri occhi. Un Cancelliere della sinistra, di nuovo, dopo quasi quaranta anni!

KRETSCHMANN  Dodici anni di Hitler. Quattro anni di governo militare. Venti anni di conservatorismo e di guerra fredda. E adesso una speranza di mettere fine a questo lungo stallo europeo.

GUILLAME  Undici e ventidue della mattina, ventuno di novembre 1969...

BRANDT  Si’, signor presidente. Accetto l’elezione.

GUILLAME  Congratulazioni, lacrime. Willy Brandt alla fine ce l’ha fatta!

KRETSCHMANN  E tu eri al Bundestag ad assistere.

GUILLAME  Un normale funzionario di partito, di un umile quartiere di Francoforte, quassu’ a Bonn per un giorno, con un lasciapassare da spettatore. Una lacrima e’ scesa anche a me, lo devo confessare.

BRANDT  Sono grato della fiducia che e’ stata riposta in me. E ne sono anche un po’ fiero. Quasi quaranta anni sono passati da quando un membro del partito Social Democratico Tedesco ha ricoperto questa carica. Anni nei quali il nostro grande partito, fondato da un povero tornitore di Lipsia esattamente un secolo fa per portare forza e speranza a tutti gli oppressi, e’ stato brutalmente aggredito dallo stato nazista; anni durante tanti dei nostri compagni hanno sopportato indicibili sofferenze in prigioni e campi di concentramento, molti dei quali andando incontro alla morte; anni durante i quali, dopo la fine dell’orrore, abbiamo saputo fare la nostra parte, citta’ per citta’, nella resurrezione di questa nostra nazione dal degrado e dalla distruzione, e nel miracolo della sua rinascita come societa’ stabile e dignitosa. Nessuno potra’ mai sminuire quello che e’ stato ottenuto in questa nazione da persone di tutti i partiti e di tutte le opinioni. Ma in questo giorno la guerra che Hitler ha dichiarato contro tutti i popoli di Europa, e contro tanti del nostro stesso popolo, e’ stata finalmente persa. Noi abbiamo finalmente una occasione per creare la Germania intuita da quel semplice operaio di Lipsia cento anni fa: una patria di amore e giustizia.

KRETSCHMANN (con GUILLAME)  La cosa piu’ straordinaria di tutte, e’ quello che e’ accaduto a te. Nessuno laggiu’ a casa riesce a crederci.

GUILLAME  Riesco a malapena a crederci io stesso.

...

GUILLAME Io mi sono iscritto al partito l’anno che Willy e’ diventato sindaco di Berlino. Le nostre fortune sono legate!

KRETSCHMANN  Eppure non si puo’ evitare un sorriso. Willy Brandt parla dei traguardi della Germania Ovest. Venti anni ci ha messo la Germania Ovest ad avere il suo primo governo moderatamente di sinistra. Neppure una parola su di noi della Germania Est. Neanche un accenno a quello che noi abbiamo fatto in questi stessi venti anni. Abbiamo costruito davvero quella societa’ socialista che loro erano soliti sognare!

GUILLAME  Compreso il miglior servizio di spionaggio che il mondo abbia mai visto.

KRETSCHMANN  Mischa Wolf mi ha chiesto di farti avere le sue personali congratulazioni. Questa e’ la piu’ bella piuma nel suo cappello fino ad ad oggi. Un nostro uomo nell’ufficio del cancelliere federale!

...




permalink | inviato da il 20/9/2005 alle 4:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia     ottobre       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Teatro da Tradurre
Cassate
Minnesota Nice
Washington DC
Perle nella rete
That's All Folks
Povera Patria

VAI A VEDERE

NOMI:

mencken
garrison keillor
francescodenti
lucatelese
marioadinolfi
camillo
sogni in indiana
raccoon a NY city
leibniz
ispirati a chicago
becker & posner
rabbi' a barcellona
hawkish twins
iraq the model
talisman gate
per un pugno di euro
l'anticamera del cervello
margo'
andrew sullivan
daily kos
christopher hitchens
atlanta
micro is trendy
jaisalmer
mele e champagne
rivelazioni sulla east coast
kerub
kamau
cheremone
noiseFromAmerika
lisa goldman

COSE:

43 things
piled higher and deeper
il termometro politico
david byrne radio
world income distribution
national public radio
cavoletto di bruxelles
seinfeld scripts

ANIMALI:

ircocervo
unicorno
conservatore compassionevole
ateo devoto
chimera
liberalsocialista
ne' carne ne' pesce

CITTA':

roma
minneapolis
brindisi
buenos aires
barcellona
solvang
kilombo
tocque-ville





Cosa e'
Wobegon? (e cosa e' il  Lake Wobegon Effect?)

Altri commenti:
wobegon.blog@gmail.com







Bohr: When the ships arrived on the wednesday, there were 8,000 jews in Denmark to be arrested and crammed into their holds. On the Friday evening, at the start of the Shabbat, when the SS began their round up, there was scarcely a jew to be found.
Margrethe: they'd all been hidden in churches and hospitals, in people's home and country cottages.
Bohr: But how was that possible? Because we'd been tipped off by someone in the German embassy. Your man?
Heisenberg: One of them
..
Bohr: Heisenberg, I have to say - if people are to be measured stricly in terms of observable quantities..
Heisenberg: Then we should need a strange new quantum ethics. There'd a place in Heaven for me.

M. Frayn, "Copenhagen"

 



 
Supremo geometra segreto iniziato alle mistiche simmetrie del libero mercato scandinavo e medioccidentale, della loggia dei liberi muratori di Bloomington 




Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001.

CERCA